Home
Il Protocollo Itaca anche in Puglia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
sabato 07 settembre 2013

Image Da giugno scorso l’APE ha sostituito l’ACE, questo è quanto ha disposto la normativa nazionale in materia di certificazione energetica. Sono questi i due acronimi che segnano piccoli, ma sostanziali cambiamenti in materia di sostenibilità dell’edificato nel panorama edilizio nazionale: l’Attestazione di Prestazione Energetica, detta A.P.E., recepisce infatti la normativa comunitaria dettata dalla Direttiva 2010/31/Ue e prende il posto dell’Attestazione di Certificazione Energetica abrogando e sostituendo quanto in vigore con la Direttiva 2002/91/Ce.

In Puglia, questo non è ancora avvenuto poiché si è in attesa del recepimento da parte della stessa Regione della normativa nazionale, quindi l’Attestazione di Certificazione Energetica degli edifici segue ancora il Regolamento Regionale n. 10 del 10 Febbraio 2010.

Mentre si attende che anche qui l’Attestazione di Prestazione Energetica imponga una maggiore attenzione alla prestazione energetica anche degli edifici esistenti, più in sordina il Protocollo Itaca approda in Puglia.

Si tratta di una sostanziale promozione ed incentivazione all’innovazione dell’abitare sostenibile in base a quanto già approvato con la L.R. n.13/2008.

La scelta regionale mira dunque ad un concreto sforzo da parte dei progettisti e dei costruttori nello standardizzare la qualità della pratica del costruire sostenibile.

In tempi non recenti, il termine "sostenibile" racchiudeva un concetto aleatorio e talvolta neanche oggettivo, ma serviva a sponsorizzare ed a lanciare operazioni immobiliari, oggi il Protocollo Itaca lega questo termine ad una pratica costruttiva definibile e perfino "quantificabile" visto che si dovrà dire quanto un edificio è sostenibile.

Se da un lato quest’innovazione rappresenta una concreta opportunità per i progettisti ed imprenditori di poter rilanciare il mercato immobiliare turbato dalla grave congiuntura economica del settore, dall’altro è per la committenza o per l’usufruttuario sinonimo di qualità costruttiva ed energetica di un immobile.

Ad oggi a frenare quanto introdotto dalla Regione è principalmente la scarsa conoscenza delle procedure burocratiche e dei materiali e questo non solo da parte dei committenti, ma anche da parte dai Comuni per i quali si stanno avviando iniziative di formazione.

Per il progettista il Protocollo d’Itaca presuppone il dover affrontare una serie di scelte progettuali e costruttive preliminari al progetto stesso, che se da un lato allungano la fase progettuale, dall’altro accelerano quella costruttiva.

A mio avviso anche nel caso di committenza privata, il relativo allungamento della procedura di progettazione non deve essere inteso come un valore negativo al sistema, ma al contrario deve essere percepito come la possibilità di maggiore controllo del progetto e quindi del budget di costruzione.

Scelte tecnico-progettuali e qualità costruttiva diventano in questo modo un binomio indissolubile ed una prerogativa esclusiva del progettista dove c’è poco spazio a varianti in corso d’opera.

Anche l’inserimento di nuovi materiali e pratiche costruttive più performanti sono in generale bloccati da dilaganti pregiudizi e dai maggiori costi d’impiego: questo è quello che frena la committenza anche di fronte a dati che evidenziano migliori prestazioni energetico-costruttivo e di manutenzione di un edificio.

Ora, per essere in regola con la normativa vigente, l’ottica d’impiego dei materiali e della tecnica costruttiva è finalmente cambiata e la sostenibilità si appresta ad essere un valore tangibile.

Il Protocollo d’Itaca è un modello costruttivo che non solo contiene i presupposti per il miglioramento dell’abitare e della vita in generale, ma sono le basi di un imprescindibile perfezionamento delle tecniche del costruito che, senza peraltro abbandonare i materiali locali, mira a migliorarne l’utilizzo implementandole con le ormai dovute considerazioni energetiche.

di Alessandra Paresce

 
< Prec.   Pros. >
Arte
Le più belle mostre temporanee nel Salento
14.07.2017
   Il Salento in estate offre a turisti e residenti non solo il mare cristallino, gli uli...
Caravaggio e i Caravaggeschi nell'Italia meridionale
07.06.2017
  Dopo lo straordinario successo della mostra dedicata al fotografo Steve McCurry nell'...
Donne e arte sacra
10.03.2017
  Sabato 18 marzo dalle ore 17.30 alle ore 19.30, presso il Museo Diocesano di Lecce, l&rs...
Cultura
Terre di Mezzo Festival
24.08.2017
​TERRE DI MEZZOFESTIVALTEATRO MUSICA DANZA POESIAdal 25 agosto al 17 settembre 2017Surano ...
Anteprima Le Terre di Mezzo Festival
02.08.2017
LE TERRE DI MEZZO Festivalanteprima 3 agosto 2017 ore 21.15Largo Ugo Foscolo SURANO Concerto di...
Vive le Cinèma
11.07.2017
“Vive le Cinèma!”, dal 12 al 16 luglio il castello di Acaya diventa il palcosceni...
Sport
Il Calcio Dilettantistico Salentino
19.10.2017
Il calcio salentino non può vivere di solo Lecce, ma deve darsi una risvegliata anche nelle ...
Il Lecce rallenta la marcia
16.10.2017
    Ancora capolista assoluta a 20 punti, ma con le dirette pretendenti al primato pi&ug...
Lecce, vittoria mancata con debito di fortuna
15.10.2017
Quella contro l'Akragas è stata una gara vissuta all'insegna dei gol falliti, rigore...
Eventi nel Salento
Mannarino ospite di Cesare Dell'Anna e Girodibanda
18.09.2017
 Il cantautore si esibirà sulla "cassa armonica" ospite del trombettista salen...
Tutto pronto per La Notte della Taranta
29.07.2017
Fervono i preparativi a meno di un mese dall’evento più internazionale del Salento, il ...
Al via il “Roca Nuova Jazz Festival”
21.07.2017
    Lunedì 24 e martedì 25 luglio 2017 nel suggestivo villaggio medievale ...
Habitat
Dopo due anni di pressing di Coldiretti Lecce
19.09.2017
in dirittura d'arrivo il via libera all'impianto di ulivi“Dal 22 pronti a ricostruire ...
Leggi tutto...
Natura in Festa, scopri i suoi capolavori con il WWF
19.05.2017
Il 21 maggio torna la Giornata delle Oasi del WWF 2017, per l’occasione potremo visitare gratu...
Leggi tutto...
Combattere la Xylella? Sì, con l’Agricoltura Simbiotica.
22.01.2017
 Se ne parlerà durante “Nuovi approcci e tecnologie per la salvaguardia delle prod...
Leggi tutto...
Itinerari Turistici
Tutti pazzi per il Salento: dieci posti da non perdere. Maglie
05.10.2017
 Nel cuore del Salento, ad una trentina di chilometri dal capoluogo, è situata Maglie. F...
Leggi tutto...
Tutti pazzi per il Salento: dieci posti da non perdere. Nardò
26.09.2017
 Nella parte occidentale del Salento, a metà tra la terra e il mare, sorge Nardò,...
Leggi tutto...
Tutti pazzi per il Salento: dieci posti da non perdere. Galatina
21.08.2017
7. Galatina Nell’entroterra salentino, a pochi chilometri dal capoluogo, sorge una delle citt&...
Leggi tutto...
| Home | Cultura | Arte | Eventi nel Salento | Dove Dormire | Dove Mangiare | Habitat | Itinerari Turistici | Sport | Musica | Mappa Salento | Cerca | Link Utili |