Home
P.P.T.R.: introduzione al nuovo Piano Paesaggistico Territoriale Regionale PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
lunedì 30 settembre 2013

Il 2 agosto 2013, la Giunta Regionale ha adottato il PPTR ovvero il Piano Paesaggistico Territoriale Regionale che sostituisce il vecchio PUTT/p acronimo di Piano Urbanistico Territoriale Tematico per il Paesaggio approvato dalla Regione Puglia nel 2000.

Image In una Regione come la nostra il cui patrimonio storico e culturale ha una valenza permeante, l’Art. 1 delle Norme Tecniche di Attuazione del PUTT recitava la seguente frase "Il Piano Urbanistico Territoriale Tematico "Paesaggio"(…) disciplina i processi di trasformazione fisica, l’uso del territorio allo scopo di: tutelarne l’identità storico e culturale, rendere compatibili le qualità del paesaggio, le se componenti e il suo uso sociale, promuovere la salvaguardia e la valorizzazione delle risorse naturali". Il quadro normativo si articolava attraverso la determinazione delle "prescrizioni di base", gli "indirizzi di orientamento" e le "direttive di regolamentazione", il piano si proponeva come linea guida per la definizione dell’assetto dei rispettivi territori.

Il decreto legislativo che ha poi introdotto il Codice dei Beni Culturali e del paesaggio, unitamente alla Legge Regionale n. 20 per le "Norme per la pianificazione paesaggistica" hanno poi introdotto delle innovazioni nelle forma e nei contenuti dell’iter procedurale di approvazione paesaggistica.

Si è così profilata l’esigenza di coerenza ed aggiornamento tra i vari livelli di pianificazione e del miglioramento del quadro conoscitivo che era stato affrontato dal precedente piano paesaggistico.

La redazione di un nuovo piano paesaggistico risponde quindi all’esigenza di ridurre i problemi attuativi che emergevano in fase di pianificazione comunale alla normativa paesaggistica.

Il nuovo piano, il cui contenuto è visibile e consultabile sul sito della Regione Puglia, appare subito il frutto di un lavoro lungo ed accurato sia come indagine conoscitiva, sia per la mole di documentazione che lo compone.

Sin dal 2007 il PPTR ha visto coinvolto tecnici competenti per avviarne la stesura, curarne la proposta nel 2010 fino all’adozione avvenuta appunto nel 2013.

E’ da precisare che Il piano durante il suo iter di adozione è stato comunque presentato durante tavoli tecnici e reso visionabile da tutti anche sul sito.

Malgrado necessità di un maggiore controllo sul territorio sia stata un’opinione convenuta da tutti e malgrado il paesaggio e l’ambiente siano un bene la cui promozione e valorizzazione è anche la salvaguardia del nostro patrimonio identitario, l’adozione del PPTR ha comunque creato non poche lamentele.

L’individuazione di aree a "prati e pascoli naturali" oltre a aree "boscate" sono state intese come il segno di un incombente immobilismo edificatorio.

Il Piano che è stato redatto sulla scorta di foto aeree del 2006, e redatto (giustamente) su tavole grafiche come 1:300 000 o 1:150 000, in effetti trova non poche difformità se calato ai giorni nostri e se rapportato con l’uso del suolo che nel frattempo ha mutato composizioni o anche destinazioni di intere zone. L’Assessore Angela Barbanente ha assicurato la rettifica delle zone segnalate qualora i Comuni o i cittadini interessati ne vogliano evidenziare le difformità.

Tali osservazioni, che possono essere effettuate presso il Comune interessato, saranno accolte e valutate se presentate prima del 7 Novembre: data in cui il Piano risulterà aggiornato e vigente.

Il problema sostanziale per buona parte dei Comuni, specie per quelli minori, della nostra Regione è che la regolamentazione e l’uso del territorio è dettato da strumenti urbanistici come i Piani di Fabbricazione ormai obsoleti, basati su considerazioni di trasformazione del territorio non superiori ai dieci anni. Si tratta di strumenti urbanistici mai aggiornati ad una reale situazione territoriale e basati su prospettive e statistiche ormai superate e quindi sempre aggirabili.

Quindi se da una parte è auspicabile che tutti i Comuni adottino un Piano Urbanistico Generale aggiornato, dall’altra la buona riuscita dell’operazione conoscitiva avviata dal PPTR, ora sotto la lente di Comuni e cittadini, è sicuramente da relazionare all’augurabile partecipazione dei diretti interessati alle osservazioni raccolte presso i Comuni.

A parer mio di questo piano c’è da apprezzare lo sforzo conoscitivo del territorio e i pochi, ma chiari dettami vincolistici che pongono finalmente un veto all’uso sconsiderato del territorio e quindi che mirano ad un maggior controllo dell’ambiente costruito e con i quali si spera di limitare la costruzione di ecomostri la cui demolizione, ricordiamo, grava sempre sulle nostre tasche.

di Alessandra Paresce

 
Pros. >
Arte
Le più belle mostre temporanee nel Salento
14.07.2017
   Il Salento in estate offre a turisti e residenti non solo il mare cristallino, gli uli...
Caravaggio e i Caravaggeschi nell'Italia meridionale
07.06.2017
  Dopo lo straordinario successo della mostra dedicata al fotografo Steve McCurry nell'...
Donne e arte sacra
10.03.2017
  Sabato 18 marzo dalle ore 17.30 alle ore 19.30, presso il Museo Diocesano di Lecce, l&rs...
Cultura
Anteprima Le Terre di Mezzo Festival
02.08.2017
LE TERRE DI MEZZO Festivalanteprima 3 agosto 2017 ore 21.15Largo Ugo Foscolo SURANO Concerto di...
Vive le Cinèma
11.07.2017
“Vive le Cinèma!”, dal 12 al 16 luglio il castello di Acaya diventa il palcosceni...
"Chiari di Luna" XIII edizione
11.07.2017
Un Palcoscenico a Cielo Apertodal 5 luglio al 10 agosto sedici serate - direzione artistica di ...
Sport
Lecce, si ricomincia
11.07.2017
    Oggi e domani le visite mediche ed i test atletici, da giovedì il raduno per ...
Rigori fatali al Lecce
05.06.2017
    Al "Moccagatta" di Alessandria la lotteria dei rigori, un thriller ad oltr...
Lecce, avanti nei play off
26.05.2017
  I giallorossi senza macchia e senza lode si sono aggiudicati il primo round dei play off con...
Eventi nel Salento
Tutto pronto per La Notte della Taranta
29.07.2017
Fervono i preparativi a meno di un mese dall’evento più internazionale del Salento, il ...
Al via il “Roca Nuova Jazz Festival”
21.07.2017
    Lunedì 24 e martedì 25 luglio 2017 nel suggestivo villaggio medievale ...
L'Olio della Poesia 2017 ad Antonella Anedda
17.07.2017
Dal 1996 gli appassionati di poesia si ritrovano sempre più numerosi a Serrano per incontrare...
Habitat
Natura in Festa, scopri i suoi capolavori con il WWF
19.05.2017
Il 21 maggio torna la Giornata delle Oasi del WWF 2017, per l’occasione potremo visitare gratu...
Leggi tutto...
Combattere la Xylella? Sì, con l’Agricoltura Simbiotica.
22.01.2017
 Se ne parlerà durante “Nuovi approcci e tecnologie per la salvaguardia delle prod...
Leggi tutto...
Dai GIGANTI dell'ERA GLACIALE...
28.11.2016
"DAI GIGANTI DELL’ERA GLACIALE ALLE ORIGINI DELL’UOMO" il Museo ripropone i pr...
Leggi tutto...
Itinerari Turistici
Tutti pazzi per il Salento: dieci posti da non perdere. Santa Cesarea Terme
21.07.2017
  5. Santa Cesarea Terme Celebre soprattutto per il suo centro termale, Santa Cesarea...
Leggi tutto...
Tutti pazzi per il Salento: dieci posti da non perdere. Castro
18.07.2017
  4. Castro  Definito da molti come “La Perla del Salento”, Castro &egrav...
Leggi tutto...
Tutti pazzi per il Salento: dieci posti da non perdere. Leuca
08.07.2017
3. LEUCA Leuca, “De Finibus Terrae”, come i Romani usavano chiamarla, è la c...
Leggi tutto...
| Home | Cultura | Arte | Eventi nel Salento | Dove Dormire | Dove Mangiare | Habitat | Itinerari Turistici | Sport | Musica | Mappa Salento | Cerca | Link Utili |