Home arrow Cultura arrow Teatro arrow Prossimi appuntamenti della rassegna Fortezza in Opera
Prossimi appuntamenti della rassegna Fortezza in Opera PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Bonatesta   
giovedì 04 maggio 2017
PROSSIMI APPUNTAMENTI 6 e 13 maggio 2017
 
FORTEZZA IN OPERA (rassegna)
Ipogeo Bacile-Teatro Sotterraneo/Spongano
 
Image-Evento speciale-
6 maggio ore 17.00
INVASIONI DIGITALI
 Invadere un museo, un sito archeologico, un centro storico condividendo l’esperienza attraverso i social network: da questa semplice idea nascono le #InvasioniDigitali.
I luoghi del patrimonio culturale verranno invasi, nel periodo che va dal 21 aprile al 7 maggio, da chiunque voglia far conoscere e valorizzare la Bellezza del proprio Paese.  Armati di smartphone, macchine fotografiche e videocamere per condividere la propria passione per far conoscere, attraverso il web, il nostro immenso patrimonio. Un urban game utile a fornire una visione differente e collettivamente costruita dei luoghi della cultura, regalando loro nuova vita.
Per l’edizione 2017 di Invasioni Digitali, Salentoweb.Tv, in collaborazione con la Compagnia Salvatore Della Villa, organizza l’invasione dell’Ipogeo Bacile-Teatro Sotterraneo di Spongano, frantoio ipogeo del cinquecentesco Palazzo Bacile di Castiglione, che prende il nome dalla nobile famiglia che ancora oggi vi risiede.
Invasori, non mancate!
#invasioneipogeobacile
 Ingresso gratuito
 
-Mostra-
dal 6 maggio al 9 giugno 2017
inaugurazione 6 maggio ore 18.30
LITANIA DELLA ROSA
Mostra di Massimiliano Galliani/Marika Ricchi/ Omar Galliani/Michelangelo Galliani
L'Ipogeo Bacile-Teatro Sotterraneo è orgoglioso di ospitare a Spongano la mostra Litania della rosa della famiglia Galliani. È questa una famiglia di grandi artisti che come già in passato i Gentileschi, i Carracci, i Palizzi o i Basaldella, porta avanti una ricerca artistica innovativa pur nel rispetto della tradizione. La peculiarità che contraddistingue i Galliani è che il loro dialogo si esprime con tecniche differenti unendo l’arte concettuale a quella figurativa
Il padre, Omar, è ormai universalmente riconosciuto come uno dei maggiori interpreti della cultura del disegno nel mondo essendo stato il primo a portare il disegno, da sempre considerato abbozzo per le idee, al rango di opera finita.
Michelangelo e la sua compagna Marika Ricchi sono straordinari scultori in grado di far comunicare il marmo di carrara, da sempre il materiale per eccellenza in scultura, con materiali oggi più usati come ad esempio il piombo tipico dell’arte povera.
Massimiliano, il più giovane è padrone di varie tecniche che vanno dalla fotografia al disegno e racconta la ricerca infinita dell’essere umano nell’anima di ogni forma di vita sottolineando come le strade dell’esistenza siano infinite.
" Omar, Michelangelo, Massimiliano Galliani e con loro anche Marika Ricchi ci propongono, nella suggestione sotterranea del frantoio ipogeo una sorta di full immersion totale nell’universo della rosa (un fiore, ma non solo) grazie ad opere che confermano da una parte il valore e la coerenza della loro ricerca personale, e dall’altra la capacità di poter e saper costruire una sorta di processo conoscitivo per exempla sulla complessità stessa della rosa, del suo esistere e del suo plurimo e molteplice manifestarsi e/o collegarsi ad altro".
Toti Carpentieri
Mostra aperta tutti i giorni dalle 17 alle 21
(nei giorni in cui è previsto spettacolo fino alle 19)
biglietto € 2,00 intero/€1 ridotto per soci FAI, soci Proloco Spongano e under 18.
La visita alla mostra sarà guidata da Laura Sabato.
 
-Letture Sotterranee-
6 maggio 2017 - ore 19.30
DI CIELO È LA ROSA
di P. Alfredo Scarciglia
 Di cielo è la rosa è l'ultima fatica letteraria di Padre Alfredo Scarciglia, nato a Spongano ora Parroco e di Priore del Convento di San Domenico a Siena. Dopo la raccolta poetica Il profumo del nardo, che è il simbolo dell'amore prezioso e smisurato che si espande nel mondo, Padre Alfredo ritorna a parlare della bellezza e della purezza del Creato dedicando un libro di poesie al tema della rosa, fiore per eccellenza del mese mariano.
Ingresso gratuito
Dialoga con l'autore M. Domenica Muci
 
-ConcertAzioni-
6 maggio 2017 - ore 20.30
Francesco Scarcella
IL CLAVICEMBALO NELLE CORTI D'EUROPA
 Il Clavicembalo è stato lo strumento principe delle Corti barocche europee, quasi tutti gli autori in programma hanno prestato servizio nelle varie corti di tutta Europa. E’ significativo, e oltretutto molto stimolante, vedere come autori coevi, quali ad esempio Bach e Scarlatti, o anche Couperin anche se di poco più anziano, pur usando la stessa tavolozza armonica, giungano a risultati molto distanti ma ugualmente supremi, riuscendo a stigmatizzare, nella loro musica, il pensiero e le passioni delle loro epoche.
Il concerto ci propone un viaggio nelle corti fiamminghe e inglesi, con Sweelinck e Byrd, passando dalla corte imperiale spagnola con Scarlatti, alla corte principesca di Weimar con Bach, dalla corte francese con Couperin, per arrivare alla corte del Vicerè di Napoli con Valente. 
biglietto  € 5,00
Un angolo speciale durante la serata del 6 maggio, dedicata interamente alla "rosa", fiore per eccellenza del mese mariano. Il fil rouge che attraversa l'inaugurazione della mostra e la presentazione della raccolta poetica sarà declinato in essenza grazie alla Profumeria Liguori di Lecce di Rossana Liguori, che offrirà a tutti i visitatori un'esperienza olfattiva di un profumo marcatamente alla rosa.
Il brand offerto e' "Dear Rose", profumo creato da Chantal e Alexandra Roos, due donne francesi, madre e figlia. La prima è un naso famoso nel mondo dei profumi, la seconda è una forza creativa nella musica. Da questi due talenti, dall’incontro della rosa con la musica, nascono delle fragranze che creano accordi differenti a dimostrazione della natura variegata di una delle materie più iconiche della profumeria.
Sarà degustata la fragranza "A Capella", chiaro riferimento al mondo musicale, un’ode agli aspetti freschi e verdi dell'umile bocciolo di rosa, che si apre con il profumo di rugiada e di agrumi, prima di schiudere lentamente il germoglio per rivelare un fiore rosa pallido. 
Le note: Rosa bocciolo Assoluto, Edera e Legno Bianco.
 
 
-Tirata d'Attore-
13 maggio 2017 - ore 20.30
Giuseppe Pezzulla
SOGNAVO DI VIVERE A BROADWAY
E MI RITROVO A PORTO BADISCO A BERE PASTIS
Una specie di racconto in forma di viaggio
con Emily De Salve, Luana Ricci
regia Salvatore Della Villa
Monologo sospeso tra ricordi, pensieri e racconti, nello stile sognatore, a tratti irriverente e schietto di Giuseppe Pezzulla.
 Una specie di racconto in forma di viaggio, cita il sottotitolo. Giuseppe racconta bene quello che vuol dire. Lo racconta attraverso la videocamera, con le sue clip dissacranti; lo racconta attraverso le sue foto, che guardano quasi sempre verso l'alto, verso il cielo; lo racconta attraverso il suo modo di essere estremamente divertente, popolare, ma con un pizzico di cinismo necessario. Giuseppe è un trentenne in bilico tra l'amore per questa terra e la voglia di andare via, scappare da meccanismi costrittori, verso le immense opportunità che il mondo intero offre lontano da qui, dalla terra dei santi beniani e dei vip portati qui a suon di lustrini costosi. Il suo modus vivendi è quello di una generazione, di quella generazione che non è riuscita a staccarsi completamente dalla casa natia, che ha radici forti che la trattengono a non dire mai "vado via da qui". Eppure lui viaggia, è in giro per l'Italia e il mondo a raccontare attraverso le sue immagini, quello che vede, ma anche quello che vorrebbe vedere. E così questo viaggio sarà una tessitura di ricordi, di pensieri, di racconti di quella parte del Salento che guarda all'Albania, di quei ragazzi che vorrebbero far della propria professione l'arte ma che devono sbarcare il lunario con l'arte dell'arrangiarsi, degli uomini e delle donne che popolano che strade dei centri storici, con quelle mani consumate dal lavoro, dalla fatica ma sempre pronte ad offriti un caffè o un pastis giallo, seduti di fronte al mare di Porto Badisco.
 
Giuseppe Pezzulla, giovane videomaker e regista, classe 1985.
Dopo aver conseguito il Diploma di Geometra, inizia il suo percorso musicale formando un duo acustico, la "Baronetto Franco" che dal 2005 a oggi lo ha portato in tour per tutto il territorio pugliese. Nell'inverno del 2008, dopo un intervento alle corde vocali che lo costringe a una pausa canora di un anno, si appassiona al mondo della fotografia, seguendo corsi professionali e di settore. Inizia così una fase fondamentale che lo porterà a scegliere di dedicarsi a questa attività che è fatta di narrazioni attraverso le immagini. Nel 2012 realizza il suo primo documentario "Treno della Memoria" che racconta l'omonimo progetto, realizzato dall'Associazione Terra del Fuoco. Il documentario viene utilizzato come materiale didattico all'interno dei percorsi di formazione per i partecipanti al Treno della Memoria di tutta Italia. Nel 2013 realizza il suo primo videoclip musicale con i Mascarimirì, "Lu ballu", che sarà solo il primo di una serie di videoclip musicali. Per citarne alcuni dei successivi: "La preghiera del Clown" dei Crifiu e "Madrugada" di Michele Cortese. La sua attività si è estesa anche al mondo del cinema, iniziando come assistente alla regia per la Eagle Pictures con il film "The Walking on sunshine" e per RC Produzioni con il film di Ferzan Ozpetek "Allacciate le cinture". Nel 2014 realizza il documentario "Léune", in occasione della festa di sant'Antonio Abate a Novoli (Le) e riceve la menzione speciale della giuria al Castro Film Festival dell’Apulia Film Commission. Successivamente viene selezionato come cortometraggio all’interno del programma di visione del Festival del Cinema Europeo di Lecce e Roma. Con la sua ironia e lo spiccato senso dell'umorismo, crea dei cortometraggi con i quali mette in ridicolo molti aspetti negativi e controversi della sua terra: il Salento. Alcuni lavori per il web, come i video #pagatap, sono diventati presto virali. Nel giugno 2014, con il videoclip musicale "Per te...pizzica pizzica" dei Mascarimirì, arriva in finale a Roma per il concorso video di Martelab. Nel novembre 2014 realizza il backstage del videoclip del singolo di Carmen Consoli "L'abitudine di tornare" e adesso collabora con l’artista Franco Simone per la realizzazione dei suoi videoclip musicali. Ha collaborato con Legacoop nazionale per il progetto Coopstartup, realizzandone i video promozionali. Il suo ultimo lavoro è un cortometraggio dal titolo "Santi Caporali", girato all’interno di alcuni campi di lavoro di Rignano Garganico, in provincia di Foggia, dove ancora oggi, purtroppo, si assiste a forme ormai consolidate di schiavitù.
 biglietto  € 5,00
 _______________________________________________
 I biglietti per tutti gli spettacoli possono essere prenotati telefonicamente e acquistati presso il botteghino prima dello spettacolo.
 Info e prenotazioni:
Compagnia Salvatore Della Villa 327.9860420
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 FB Compagnia Salvatore Della Villa
FB Ipogeo Bacile - Teatro Sotterraneo
 

 
< Prec.   Pros. >
| Home | Cultura | Arte | Eventi nel Salento | Dove Dormire | Dove Mangiare | Habitat | Itinerari Turistici | Sport | Musica | Mappa Salento | Cerca | Link Utili |