Home arrow Arte arrow Mostre arrow Le più belle mostre temporanee nel Salento
Le più belle mostre temporanee nel Salento PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Bonatesta   
venerdì 14 luglio 2017

 

 Il Salento in estate offre a turisti e residenti non solo il mare cristallino, gli uliveti secolari e le scogliere mozzafiato, i pregevoli beni culturali ed architettonici in lungo e in largo, ma anche numerose e varie mostre d'arte temporanee molto interessanti, come la mostra su Caravaggio e i Caravaggeschi nel Castello di Otranto di cui abbiamo già parlato. Ammirare la bellezza senza tempo dell'arte ci rende tutti un po' migliori, ci fa stare bene nell'animo, ci emoziona, ci rasserena. Di seguito riportiamo alcune delle più belle mostre che si possono vedere in giro per la città e la provincia.

La splendida Sala ennagonale del Castello di Gallipoli ospita la mostra dedicata al pittore tedesco Jakob Philipp Hackert (1737-1807) intitolata “I porti del Re”, dal 20 giugno al 5 novembre. Le nove grandi tele esposte raffigurano i porti pugliesi del Regno di Napoli e provengono tutte dalla Reggia di Caserta. Le opere furono commissionate dal Re Ferdinando IV nel 1788 e furono realizzate dal pittore ufficiale di corte dal 1789 al 1792, dopo un viaggio di sopralluogo durato tre mesi. Tra i nove porti pugliesi dipinti spiccano quelli di Gallipoli e Otranto. La mostra è a cura di Luigi Orione Amato e Raffaella Zizzari. Nel corso dell’inaugurazione erano presenti il noto storico dell’arte Philippe Daverio e il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, entrambi hanno ricevuto nel corso della presentazione della mostra il Premio Barocco.   

Amo.Odio.Oro” è la prima mostra retrospettiva dedicata ad Edoardo De Candia (1933-1992) con oltre 100 opere dell’artista salentino, dal 10 luglio al 30 settembre presso la chiesa leccese di San Francesco della Scarpa (Convitto Palmieri). A cura di Lorenzo Madaro e Brizia Minerva. Per molti era lo scemo del villaggio, l’amico poeta Antonio Verri lo definiva “il cavaliere senza terra”, vari artisti salentini come Carmelo Bene, Rina Durante, Ercole Pignatelli, Ugo Tapparini, Tonino Caputo, lo consideravano il Matisse salentino. Lecce celebra così il venticinquennale della scomparsa del suo “camminante” avvenuta il 6 luglio del 1992. La retrospettiva è promossa e finanziata dalla Regione Puglia.

“Mario Schifano” e la Pop Art in Italia è il titolo della mostra allestita nelle sale del castello Carlo V di Lecce, dall’1 luglio al 22 ottobre 2017. A cura di Luca Barsi e Lorenzo Madaro. Opere esposte di Mario Schifano, Tano Festa, Franco Angeli e Giosetta Fioroni, il gruppo di artisti denominato Scuola di Piazza del Popolo era tra i più attivi a Roma nell’arte contemporanea del secondo Novecento.

Warhol vs Gartel” è il titolo della mostra allestita presso la nuova sede della Galleria leccese Art&Co, dall’8 giugno al 16 settembre. Una sfida confronto tra due icone della Pop Art, Andy Warhol il maestro della stessa e Laurence Gartel (presente all’inaugurazione), l’allievo pioniere a sua volta dell’Arte Digitale con le prime stampe digitali negli anni novanta. A cura di Maurizio Vanni (direttore del LuCCA).

 Radici ritrovate” Quattro Artisti Emigrati dal Salento è la mostra dedicata a Tonino CaputoFernando De FilippiAntonio Massari, Ercole Pignatelli, dal 9 al 29 luglio presso la Galleria Scaramuzza in via Libertini a LecceA cura di Silvia Recchia, presentano Toti Carpentieri e Maurizio Nocera. Interessante

Alessandro Guerriero: al diavolo Alchimia!” è il titolo della mostra allestita nel Must di Lecce a cura di Cintya Concari e Roberto Marcatti, dal 23 giugno al 31ottobre. La mostra ripercorre la storia del Movimento Alchimia nato a Milano nel 1976, 40 anni tra arti decorative, design, moda, architettura, ricerca e creatività. Apertura dalle ore 12.00 alle 19.00, lunedì chiuso.

Sempre all’interno del Must si può vedere la mostra fotografica “Le 100 facce della musica italiana” di Giovanni Gastel, dal 3 giugno al 30 agosto. Promossa dalla rivista Rolling Stone. Interessante. 

Mostra dei bozzetti di scena di opere liriche del pittore e scenografo della Scala di Milano Antonio Molinari, dal 13 al 31 luglio presso il convento dei Teatini di Lecce (corso V.Emanuele II). A cura di Rosy Fraccaro Molinari.

All the Best” è il titolo della mostra personale dell’artista salentino Stefano Bergamo in arte Best, allestita presso la Fondazione Palmieri a Lecce ( chiesa di San Sebastiano in vico dei Sotterranei) dal 8 al 30 luglio. A cura di Barbara Pavan. Tra Pop Art e fumetto l’artista da vita ad un insieme di opere originalissime, divertenti e colorate. Interessante

Visioni del Sud” è il titolo della mostra di fotografia di Giuseppe Palumbo, dal 24 maggio all’1 novembre. Esposte le foto del Salento (1907-1959) del monumentale archivio fotografico dello studioso. Aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00, presso la Torre Matta di Otranto.

Uliando Uliando” è il titolo della mostra fotografica di Carlo Toma, dal 6 luglio al 31 maggio 2018 allestita in una sala del bellissimo castello di Acaya. Accanto ad un centinaio di foto degli ulivi secolari salentini si possono ammirare le interpretazioni dei tronchi realizzate su carta da disegnatori, illustratori e fumettisti. Interessante.

La bellezza salverà il mondo”, sono in tanti a credere che ciò sia vero.

Stefano Bonatesta

 

 

 
< Prec.   Pros. >
| Home | Cultura | Arte | Eventi nel Salento | Dove Dormire | Dove Mangiare | Habitat | Itinerari Turistici | Sport | Musica | Mappa Salento | Cerca | Link Utili |