19 Ottobre 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
NCC-GiorgioMarti-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Senza tanti preamboli o pannicelli caldi, la partita di Bergamo è da annoverare tra quelle più debordanti disputate dal Lecce di Liverani nelle sue tre annate salentine. Surclassati in tutto al pari di scolaretti alle prime armi calcistiche, hanno subito infatti solo un 3-1 finale, che penalizza fortemente gli orobici. Nel rispetto dell'impianto gioco costruito con arte e sagacia dal "maestro"Gasperini, l'Atalanta ha impartito ai giallorossi un'emblematica lezione di calcio vero, a tratti irrestibile, fantasioso ed eclettico. Un pugile suonato che si ripara mettendosi alle corde in attesa disperata del gong finale, questa la sintesi reale della formazione giallorossa. Volendo descrivere le tantissime azioni da gol create, sviluppate

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Ci aspettavamo una partita piacevole contro un avversario che come il Lecce preferisce giocare anzichè difendersi, ma l'Atalanta conferma di essere una delle squadre più forti del torneo. La squadra di Gasperini gioca spesso a memoria, ogni quattro-cinque azioni che riesce a portare a termine va in rete, mentre il Lecce, pur essendo coraggioso, non riesce ancora a trovare continuità nel gioco espresso. Nella gara d'inaugurazione del nuovo stadio (ristrutturato come a Lecce), il Gewiss

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nella sfida casalinga tutta giallorossa, il Lecce, pur uscendo a testa alta dal campo, rimedia la quarta sconfitta in campionato contro la solida Roma. In sei giornate, quattro sconfitte e due vittorie del Lecce, o si vince o si perde, non esistono mezze misure, per ora. Sicuramente non era facile giocare contro questa Roma ben allenata da Fonseca, lo sapevamo tutti, ciò non toglie che rimane il rammarico e la delusione per come è maturata la sconfitta. In avvio di gara, la Roma non si lascia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
  Tanto di cappello per l'organico capitolino, che in campo tende al fraseggio prolungato, lento, spesso stucchevole, ma sicuramente tecnico e palleggiato. Gioco questo dalle tendenze  iberiche dettate dalla provenienza di Fonseca, trainer romano ultimo. Resta noto ed evidente che tale gioco richiede spazi, varchi, corridoi e libertà di azione dei giocatori protagonisti. Il primo obiettivi della squadra contrapposta dovrebbe quindi essere quello di impedire lo sviluppo della manovra

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
A volte basta poco per ritrovare equilibri, solidità ed efficacia in campo. Il responso favorevole di Ferrara conferma proprio queste dinamiche, seguite opportunamente da Liverani una volta liberatosi dai fardelli strategici estemporanei. Presenta  infatti una formazione semplice e razionale, analoga a quella del secondo tempo di Torino e perfettamente conforme alle qualità, alle attitudini ed allo schieramento adattato nell'annata scorsa. Un attaccante avanzato, Babacar, due mezze punte

NCC-GiorgioMarti
Banner promozionale - Bottom
© 2019 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok