21 Gennaio 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Ad Top Header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Periodo nero per il Lecce ritrovatasi inopinatamente a dover subire decisioni arbitrali da "horror". Escludendo malafede e retropensieri ostili, pur con una sopportazione legata alla Natività, torniamo a constatare incazzati come l'insipienza arbitrale si sia tristemente concentrata sulla testa dei giallorossi. Il turno di un'altra infausta direzione viene svolto dal signor Volpi di Arezzo che riesce a capovolgere un paio di falli padovani assegnando altrettanti penalty ai veneti, diversamente moribondi in campo senza avanzare eccessive pretese. Prima su Meccariello, con spinta di Broh e successivo intreccio di gambe, e poi su Lepore, per simulazione di Capello, il direttore di gara vede gli estremi dei falli in area leccese per

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Al "Rigamonti" di Brescia il Lecce lascia i tre punti suscitando tanti rimpianti. L'impressione netta destata dai giallorossi è quella che potevano fare ed ottenere molto di più del penalizzante 2-1 con cui licenziano l'incontro di cartello. La causa della sconfitta, aldilà delle decisioni arbitrali capotiche ed offensive del rispetto calcistico, vanno ricercate nell'abituale atteggiamento remissivo che assume la squadra di Liverani, contagiata dal timore di perdere che frena la voglia di

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Finisce a reti inviolate la partita contro il blasonato Perugia ed il Lecce conquista un altro punto importante. Poteva finire peggio per come si era messa la gara: primo tempo scialbo, nella ripresa palo di Mancosu, poi un super Vigorito argina la furia degli umbri. Limitati i danni, si va avanti rispettando il tabellino di marcia, che ci vedrà affrontare in trasferta un'altra squadra che staziona nella parte alta della classifica, il Brescia. Non c'è molto da dire, il Lecce continua il suo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Sconfitta dal sapore amaro, in parte immeritata, per alcuni episodi dubbi e per il gioco espresso dai giallorossi che, schiacciati nel recupero finale, si sono fatti rimontare dalle rondinelle. Il pareggio sarebbe stato più giusto. Non è un dramma, bisogna smaltire la delusione e ripartire. Il Lecce rimane al terzo posto, non è in zona retrocessione. Peccato per come è andata, ma questo Brescia vanta il capocannoniere del torneo, Donnarumma, e un certo Tonali, giovane promessa italiana già

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Un pareggio indolore, meritato e sofferto tra le mura amiche contro il Perugia, dimostratasi squadra di rango, compatta, organizzata, se pur con un taglio fortemente giovanile. Risultati da accettare a testa alta, stante la supremazia dei Grifoni che particolarmente nella ripresa hanno devastato il Lecce almeno sino alla porta di Vigorito. Se poi Verre, Vedo, Bordin, e Melchiorre si sono resi evanescenti a contatto del guardiano giallorosso, sono affari di Nesta e della sua truppa. Di

NCC-GiorgioMarti
© 2018 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok