21 Luglio 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
NCC-GiorgioMarti-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Alessandro Mangione, nato a Galatina nel 1982, vive e lavora a San Cassiano, Lecce. Conclude gli studi presso l'Accademia di Belle Arti di Lecce. Erotismo e pittura che vanno di pari passo nell'arte di Alessandro Mangione. Erotismo che è materia e desiderio che si depositano sulla tela, si intrecciano fra maglie di colori e toni diversi, a volte nascosti da linee, altre volte percorsi da informali evoluzioni di colori per un invito a fermarsi e lasciarsi catturare. Volti, gambe, occhi. Particolari di donna che si susseguono e fermano in una dimensione sospesa a metà fra il desiderio materiale e il non essere. Donne, a tratti tribali, a tratti informali, irreali, a volte troppo presenti da sembrar vere. Pittura sempre

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nato a Sanarica, in provincia di Lecce, nel 1946, inizia a dipingere nel 1963 passando dal neocostruttivismo all'informale per giungere, poi, all'arte figurativa dei segni. Negli anni '80, l'incontro con Rossana Apicella gli apre le porte della Singlossia, catapultandolo in un percorso di ricerca che, dagli inizi pittorici del '63 ad oggi, lo ha visto scorrere fra la pittura e via via fondersi fra immagine e testo. In "Otranto. Il luogo delle parole", Il Raggio Verde

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Tra gli artisti salentini contemporanei una menzione d’onore la merita Ercole Pignatelli. Il noto artista si distingue per i suoi giochi cromatici vivaci fusi nei paesaggi, a volte surreali, che ricordano i nostri luoghi, così come le sue figure ricordano  le donne del sud. L’artista vanta, tra le tante mostre personali e i riconoscimenti vari, una partecipazione alla XXXVlll biennale di Venezia “Natura come immagine” nel 1978.  Una sua mostra

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Si parla di pittura, pittura nel Salento, e facciamo scorrere i nostri occhi, prima, e le nostre vite, poi, attraverso i disegni ed i dipinti di Mariangela Carbotti. Dal chiaroscuro di Michelangelo a tutto ciò che è rinascimento per giungere ad una commistione di generi che va ad intrecciare l'istinto animalesco - si parla di istinto pittorico - alla Francis Bacon con la semplicità di Hugo Pratt e le tenebre chiaroscure alla Dylan Dog. Dice della sua pittura, della sua

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Giorgio Montanaro, in arte Giorgio Cavas, subisce un percorso artistico che parte dalla musica per arrivare alla pittura. La musica resta tutt'ora una costante nella sua ricerca artistica, si fa portavoce di una sperimentazione, come se le note fossero delle linee guida capaci di muovere pennello e colori. La musica è il cuore che pulsa, pompa ritmo e colore nelle vene che danno il tempo alle mani che muovono il pennello. Il suo primo approccio con l'arte avviene nel 2003

NCC-GiorgioMarti
Banner promozionale - Bottom
© 2019 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok