Home arrow Musica
  Marcello Zappatore
Informazioni: [ show or hide ]
Marcello Zappatore si avvicina alla musica a 13 anni, iniziando a suonare la chitarra, dopo un primo apparente disinteresse per la musica in sé. Folgorato dai Beatles inizia lo studio della chitarra, ma viene letteralmente rapito dalla musica quando, una volta, vide in tv l'esibizione di Hendrix a Woodstock del'69.

Allievo di Frank Gambale, si è da subito imposto come uno dei migliori strumentisti salentini cimentandosi nel metal coi Kiss of Death, ormai un cult della musica salentina, coi quali ha suonato di spalla ai Sepoltura, registrato il disco "Inferno Inc" e suonato al Rolling Stone di Milano. Dal 2005 al 2007 ha suonato con gli Après la Classe incedendo l'album Luna Park e suonando sul palco del primo maggio a Roma nel 2007. Amante di Frank Zappa, è protagonista di uno spot di MTv, attore principale del cortometraggio "In religioso disagio", amante del jazz e dell'improvvisazione è considerato uno dei migliori jazzisti italiani e nel 2005 pubblica un dvd didattico sull'improvvisazione.
Suoi album sono, "Suonare da cani" nel 1997, "La goccia che fa traboccare il naso" nel 1999 e  "La ciliegina sulla porta" nel 2003 (2009).



Marcello Zappatore, articoli correlati:

Intervista a Marcello Zappatore:

http://www.salentoinlinea.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1178&Itemid=66

 

W Zappatore, un film ai limiti del possibile:

http://www.salentoinlinea.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3872&Itemid=66

 

 

 
Marcello Zappatore, decostruendo Frank  Zappa

CAVALLINO (LE) | Nel corso del seminario «Incontro con Marcello Zappatore» tenutosi sabato 7 giugno 2008 dalle ore 9.00 alle 11.00 a Cavallino (LE), presso l'ex Convento dei Padri Domenicani, Zappatore ha spiegato il suo modo di suonare in relazione a quello di Frank Zappa. Assieme a lui il biologo Ferdinando Boero, organizzatore dell’incontro, e il chitarrista Enrico Baldassarre.

Decostruendo. La decostruzione, avviata in campo letterario-filosofico da Derrida, è avviata, nel campo musicale, da un professore, compositore per eccellenza, Frank Zappa. Il professore con la chitarra sovverte ogni ordine musicale. Allo stesso modo Derrida, con la decostruzione, mirava a smantellare ogni impianto letterario, ogni apparato filosofico, abbattendo le metafisiche e la concezione filosofica che l’occidente aveva avuto fino a quel momento. Frank Zappa è ironia, citazione, decostruzione. La sua musica si pone come una mosca bianca nel panorama mondiale. Nessuno, prima di lui, si era mai prodigato a tal punto, spingendosi oltre i confini del semplice genere. Nel corso del seminario, Ferdinando Boero ha fatto notare che Mozart amava definire la sua musica, come una musica a due livelli. Ad un primo livello c’era un ascolto riservato alla semplice melodia, al suono nell’aria, destinato a chi non aveva una conoscenza tale da consentirgli lo smantellamento dell’opera; un secondo ascolto spettava, invece, a chi aveva tale conoscenza e che, dunque, leggeva oltre il semplice suono, si immergeva nella struttura della composizione, leggendone le caratteristiche più nascoste. Zappa, nel corso della sua carriera, ha fatto proprio questo. Spaziando da composizioni ipertecniche e ostiche già all’ascolto, ad altre che, invece, erano quasi delle colonne sonore per cartoni animati, sigle per videogiochi, all’apparenza ridicole, fatte da sottile ironia, cambi improvvisi nel tono della voce che generavano il passaggio, brusco, da un’atmosfera all’altra, spiazzando l’ascoltatore, ma che spesso nella loro struttura nascondevano dei passaggi tutt’altro che ridicoli, semplici o banali. Questo è stato uno dei punti toccati nel corso del seminario, che si è svolto in modo abbastanza informale, grazie alla disponibilità di Ferdinando Boero e Marcello Zappatore, che hanno indirizzato lo svolgersi dell’incontro quasi come fosse uno scambio d’opinioni fra amici di vecchia data. Zappa decostruiva e faceva citazione. Questo è un aspetto che si riscontra spesso nella musica rock e che la differenzia ancor di più dalla concezione classica. Faceva notare Zappatore che nel rock si fanno le cover o si inseriscono assoli in pezzi diversi da quello di provenienza del riff utilizzato. Si effettuano trasposizioni di parti per batteria, ad esempio, su chitarra. Si estrapola una determinata sezione di un brano per inserirla in una struttura nuova, diversa, o, anche, semplicemente modificata. A questo proposito Zappatore ha eseguito l’assolo di chitarra di Jimmy Page da «Stairway to heaven», da molti considerato come l’assolo più importante nella storia del rock. Estrapolandolo dal contesto originale, decostruendo, insinuandosi nei suoi «luoghi» più oscuri, per esprimerlo, davanti a tutti i presenti, in un nuovo contesto da lui ideato e facendocelo ascoltare, in un secondo momento, nella versione “zappiana”. Cogliendo l’occasione, Zappatore ha iniziato a spiegare che la struttura di molte canzoni di Frank Zappa si basa su tempi dispari, tempi che all’epoca quasi nessuno riusciva a suonare, infatti Zappa ha avuto grosse difficoltà, nella parte iniziale della sua carriera, nel reperire i musicisti adatti ad affiancarlo sul palco. In relazione a ciò, Zappatore ha eseguito un brano di Zappa, «Willie the pimp» e lo ha eseguito sfogliandone i tempi come si fa coi petali di una margherita, effettuando un’operazione di decostruzione della struttura “zappiana”. L’incontro ha continuato ad evolversi con considerazioni sul blues per poi introdurre la musica classica, attraverso brevi considerazioni sullo ska e sul reggae, attingendo, in fatto di musica classica, dall’esperienza e dalle parole del chitarrista Enrico Baldassarre. Il tutto intervallato da alcuni aneddoti del biologo Boero e dall’esecuzione di alcuni brani da parte di Marcello Zappatore.

Francesco Aprile

Altri album dello stesso Cantante / Gruppo

   Mostra # 
AnnoTitolo Album / SingoloDettagli
Marcello Zappatore
Marcello Zappatore
Dettagli
(2892 visite)
Genere:  Jazz & Blues


 
<< Inizio < Prec. 1 Pross. > Fine >>
Risultati 1 - 1 di 1

| Home | Cultura | Arte | Eventi nel Salento | Dove Dormire | Dove Mangiare | Habitat | Itinerari Turistici | Sport | Musica | Mappa Salento | Cerca | Link Utili |