Home arrow Musica
  Dolce Mente
Informazioni: [ show or hide ]
Capita a volte di ascoltare un pezzo con leggerezza e di giudicarlo con troppa fretta. Questo è un caso diverso. I brani dei Dolce Mente si lasciano ascoltare, di prepotenza quasi indescrivibile, con leggerezza. Ad un ascolto più attento nascondono molto più della leggerezza. Calvino, in Lezioni Americane, ci regalò delle proposte di scrittura per il nuovo millennio. La leggerezza, era uno dei caratteri dai quali la scrittura non sarebbe potuta e non avrebbe potuto fuggire. Kundera declamava l'insostenibile leggerezza dell'essere. Su questo punto batte un chiodo. Chiodo scaccia chiodo. Così capita di accostarsi alla musica dei Dolce Mente. Dolcemente è un avverbio, spesso gli avverbi risultano pleonastici, quasi un vezzo, una cosa in più che, nel tentativo di dar forza ad una frase, finiscono per indebolirla, donandole una curiosa insicurezza. Ma, Dolce Mente, è anche un abile gioco di parole e di riflessi. Sfugge al pleonastico e presenta una musica minimalista, essenziale. Riprende per certi versi gli arpeggi semplici, come le piccole cose della vita, di una certa musica di colta estrazione, new wave di prima stagione e indierock alla Television Personalities, ma rinuncia all'acidità, ad esempio, dei suoni alla Tom Verlaine, alla frenesia tipica dei Sonic Youth, al sound ruvido delle avanguardie d'oltreoceano. Primeggiano le atmosfere alla Smiths.
E l'oceano è un luogo da esplorare, perché la musica sembra fatta per muoversi nell'acqua tranquilla, cola al nostro ascolto come gocce di pioggia che cadono lente, una dopo l'altra, si inseguono in una pozzanghera. Un temporale estivo o le ultime reminiscenze.
Musica tipicamente pop. La classificazione pop indica la canzone popolare, di consumo, sfuggendo erroneamente a quello che il pop in origine era stato (Beatles ad esempio). Musica colta. Qui, nasce il punto d'incontro fra il pop d'autore della vecchia scuola e la new wave e l'indie di prima gestazione. Qui, nell'atto della fusione fra queste categorie, si perde l'acidità e la frenesia, resta la semplicità di un arpeggio affiancata da un'elettronica leggera che fa da sfondo alla morbidezza ed all'eleganza del pop della vecchia scuola.

Francesco Aprile

Francesco Aprile, intervista ai Dolce Mente:

1-Quando si è formato il gruppo?

Il gruppo ha raggiunto la sua completezza ed uniformità a
novembre 2007 per la precisione, quando, dopo svariati
tentativi  e svariate ricerche di musicisti, ho trovato la
“simbiosi necessaria, l’alchimia giusta” negli attuali
componenti della band.

2-Com'è nata l'idea di dar vita alla band?

Più che idea è stata necessità…suonare, se non è
l’unica, è una delle poche cose che rende tutti e
quattro raggianti. Per me poi è stata necessità perché
era l’unico modo per coniugare l’hobby della scrittura
con l’amore per la musica. Con la formula “gruppo” poi
si ha la possibilità di modellarsi ed essere “più
forti”.

3-Quando avete formato il gruppo, la vostra idea di musica era la stessa che avete ora?

Non c’era ”un’idea di quale musica fare” quando
siamo entrati in sala prove. Ho fatto ascoltare le mie cose,
i miei brani e si è lavorato in funzione della canzone,
senza paletti e canoni da seguire. Certo ognuno di noi
ascolta tanta musica e da il suo apporto in base al suo
gusto. Ma le linee guida sono implicitamente dettate dallo
scheletro della canzone.

4-Cos'è cambiato nella vostra musica, dagli inizi ad oggi?

Forse la cosa che è cambiata maggiormente è il modo di
scrivere.
Prima si tentavano soluzioni molto più ispide e
attorcigliate. Ora nella composizione si è molto più
diretti, si lasciano parlare di più il testo ed i suoni;
la nostra regola è semplificare e vi assicuro che non è
affatto la via più facile da seguire.

5-Quali sono le vostre influenze?

blonde redhead, elliot smith, marco parente, pavement,
grandaddy, radiohead, portishead, sparklehorse, beatles,
Fabrizio De André, the smiths, max gazzè, paolo
benvegnù, Jeff Buckley, stereolab, tim buckley , piano
magic, moltheni , Talking Heads… e tante tante altre
cose..(dai mi  fermo qui…)

Altri album dello stesso Cantante / Gruppo

   Mostra # 
AnnoTitolo Album / SingoloDettagli
Il temporale estivo
Dolce Mente
Dettagli
(4152 visite)
Genere:  Leggera


 
<< Inizio < Prec. 1 Pross. > Fine >>
Risultati 1 - 1 di 1

| Home | Cultura | Arte | Eventi nel Salento | Dove Dormire | Dove Mangiare | Habitat | Itinerari Turistici | Sport | Musica | Mappa Salento | Cerca | Link Utili |