17 Gennaio 2021

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Se il Lecce avesse espugnato lo stadio "Sardegna Arena", facendo il "colpaccio" della domenica, avremmo parlato di un'altra partita. Il punto conquistato è importantissimo, ci consente di rimanere in scia dietro al Genoa, di lottare ancora per la salvezza. Ma le occasioni sciupate dai giallorossi, da Falco, Babacar, Saponara, Mancosu, Farias, Barak e compagni, lasciano l'amaro in bocca. Poteva andare decisamente meglio, il portiere Cragno fa l'allievo di Zenga e come l'Uomo Ragno si supera in parate prodigiose. Peccato, poteva andare meglio. Le squadre hanno dato vita ad una gara piacevole, giocata a viso aperto, senza esclusioni di colpi. Più incisivo il Cagliari in avvio, poi il Lecce dilaga e soprattutto spreca. Ritorno del Cagliari

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Finalmente, era ora, contro la Lazio inaspettata e meritata vittoria. La scintilla che voleva mr Liverani c'è stata, una fiammella di speranza si è riaccesa. Grande partita al "Via del Mare", un Lecce che non ti aspetti regala emozioni a non finire. Partenza a razzo dei giallorossi, in vantaggio con Mancosu già al 2' con una rete spettacolare, annullata poco dopo dal Var per stop di mano. Passa la Lazio sul ribaltamento di fronte, errore di Gabriel, che respinge male il pallone. Sembrava di

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Ancora una brutta serata per il Lecce, che incespica come al solito in alcuni errori e si fa beffare dai blucerchiati al "Via del Mare". Doveva essere la partita della svolta e invece il Lecce non si ridesta: siamo sempre più nelle sabbie mobili della retrocessione. Non tutto è perduto, non bisogna cadere nell'errore della rassegnazione, nella crisi psicologica, c'è ancora lo spazio ed il tempo per recuperare, nove partite al termine da giocare con il massimo impegno. "C'è delusione, è normale"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Quarta sconfitta di fila post-Covid, peggior difesa del torneo con 70 reti subite, squadra senza grinta, senza bussola, retrocessione sempre più vicina. Anche contro il Sassuolo il Lecce fa quel che può, ma si arrende all'evidenza dei fatti. Il gioco più aperto degli emiliani avrebbe potuto favorire quello leccese, le squadre giocano a viso aperto, in modo quasi speculare. Ma De Zerbi sta coltivando dei "campioncini" che il Lecce in questo momento non ha. Partita subito in salita, al 5' il

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Per il momento bisogna incassare in fretta la cocente sconfitta, recuperare qualche acciaccato, serrare i ranghi e tornare alla carica. Ripetiamo ciò che abbiamo affermato contro il Milan, bisogna archiviare la batosta e preparare al meglio il prossimo scontro diretto contro la Sampdoria al "Via del Mare". Sarà una partita cruciale, gran parte della stagione si giocherà in 90', a meno che il Lecce non torni a giocare su buoni livelli per infilare un filotto di vittorie, altrimenti la salvezza

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2020 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok