16 Settembre 2021

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Ti presento un Libro!

 

Una nuova rubrica su Salentoinlinea.it nasce Ti presento un libro, spazio dedicato ai libri e agli autori salentini con recensioni di nuove e interessanti pubblicazioni. Ogni settimana le ultime novità in libreria, a cura del direttore responsabile Giuseppe Pascali.

Per quanti, autori e case editrici, volessero segnalare le nuove uscite, possono farlo inviando una scheda analitica del libro all’indirizzo e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Le sorprese dell’adolescenza e i segni di una guerra che a distanza di decenni lascia ancora i suoi segni. Hanno il senso della tangibilità nel romanzo della pluripremiata scrittrice serba Jasminka Petrovic L’estate in cui ho imparato a volare, edito da Besa Muci con traduzione di Ginevra Pugliese. Per Sofia, la giovane dodicenne protagonista, tutto va per il peggio: il caldo, le zanzare, un dialetto incomprensibile, la nonna che russa, un ragazzino spocchioso e niente internet. Sofia vive a

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 Metamorfosi a cielo aperto e Il grande caldo, due nuove uscite editoriali di Kurumuny per la collana Mister Meteo dedicata a letteratura e tempo atmosferico. Autrice e curatrice della collana è Roberta Pappadà. Mister Meteo è una raccolta antologica, in forma di piccoli saggi, che tocca le questioni significative del rapporto uomo-meteorologia nella letteratura del Novecento, indagando la narrativa da una prospettiva laterale cioè attraverso bufere, acquazzoni, calure micidiali e venti di

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Sessant’anni più tardi, il mitologico ragno si aggira ancora nella demartiniana «terra del rimorso». Certo, sono cambiati i territori in cui abita, cambiati gli scenari delle sue misteriose aggressioni, insieme al paesaggio salentino trasformato da xylella, roghi, costruzioni abusive e mega impianti. Dalla campagna, il ragno si trasferisce in città, seguendo nuove inquietudini e malinconie. Sul «tragitto» del ragno si inserisce Io alla taranta ci credo, il romanzo di Milena Magnani edito da

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2021 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok