16 Ottobre 2021

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La storia, dicono, usa ripetersi. Spesso da una tragedia vien fuori una farsa. Così comincia l’epopea di “Mare Nostrum”, Roma Imperiale appellava il Tirreno all’inizio, poi, sconfitta Cartagine, si estese a tutto il Mediterraneo. E così fu finché Odoacre non depose Romolo Augusto decretando la definitiva caduta dell’Impero Romano d’Occidente. Mille e cinquecento anni dopo, la stupidità fascista nel volersi richiamare alla gloria e alla potenza di Roma caput mundi, (che la aveva per davvero) provò a far chiamare Mare Nostrum il Mediterraneo suscitando le risate di tutti visto che la Regia Marina basava la sua potenza sull’epopea dei MAS, sostanzialmente i motoscafi per il contrabbando. Recentemente è stato il nome per una sorta di

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
L’occasione, in prima istanza, non depone favorevolmente. Ma non bisogna avere pregiudizi, ci si deve accostare con prudenza ma anche con curiosità ad ogni occasione. Talvolta i tesori son nascosti negli angoli più insospettabili. Cena di fine corso, si usa che ci si scambi i saluti con allievi con i quali, per un certo numero di anni, ci si è ammorbata reciprocamente l’esistenza. Da una parte il docente che ritiene di esser depositario di un sapere assolutamente necessario al proseguimento

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Questa Rubrica è denominata “Dove Mangiare” perché, nelle intenzioni, in essa ci dovrebbero essere dei suggerimenti relativi alla ristorazione salentina. La situazione relativa alla pandemia ed altre ragioni la hanno resa una specie di “cosa mangiare”. Ora che si principia con le aperture dei ristoranti e delle trattorie, ora che la mia personale situazione di salute mi permette di riprendere i panni di WalkingShadow, almeno nella parte dinamica che quella statica tale era e tale rimane

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Per ristoranti, di nuovo. L’occasione era ghiotta e irrinunciabile. La mia figliola più giovane ci ha fatto onore e privilegio di un puntatina rapida alla casa natìa, in cambio di una visita irrinunciabile, ogni volta che viene, dalla coetanea (della mia figlia maggiore) Chef Alessandra Civilla. Andare all’Alex è un po’ un rito, una specie di visita al tempio della cucina e, va da sé, che non può esservi spazio di recensione. Tra l’altro un giorno sì e l’altro pure di recensioni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La cucina popolare, in Salento, come in tutta Italia, ha sempre vissuto di materie prime “povere o di scarto”. Fra queste vanno annoverate senza dubbio alcuno le parti animali denominate “quinto quarto”. Ovvero le parti giudicate un tempo “meno nobili”. Si ricordi la tipica salentinità della “matriata”, un tempo il più negletto delle parti del giovane bovino ed oggi ricercatissimo ed introvabile meraviglia della cucina di altissimo rango. Ecco, fra le “frattaglie” non ha ancora ritrovato la

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2021 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok