20 Luglio 2024

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nato a Lecce nel 1970, Mario Perrotta nel 1988 si trasferisce a Bologna dove consegue la laurea in Filosofia e, nel 1994, fonda insieme ad altri venti giovani artisti la Compagnia del Teatro dell'Argine. È considerato una delle figure emergenti del nuovo teatro italiano e il suo progetto "Italiani cìncali" sull'emigrazione del dopoguerra - finalista ai Premi Ubu 2004 come Migliore drammaturgia e insignito della targa commemorativa della Camera dei Deputati “per l'alto valore civile del testo e per la straordinaria interpretazione” -, ha raggiunto le 500 repliche tra Italia ed Europa. Di recente, lo spettacolo è stato tradotto in francese e portato in scena a Bruxelles. Perrotta

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Vito Antonio Conte è nato a San Pietro in Lama (LE) il 26 giugno del 1961. Ha pubblicato Blues delle 14.30 (Luca Pensa, Cavallino 2004), Polvere di sesso ed altre brevi storie (Luca Pensa, Cavallino 2005), L'improbabile vera storia di un uomo chiamato Luna (Luca Pensa, Cavallino 2004), Frammenti d'interno, Liberando Pensieri e stanchezza (Luca Pensa), è coautore di due pubblicazioni, Canto blues alla deriva (Besa, Nardò 2006, da un'idea di Stefano Donno e

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Mauro Marino è operatore culturale. L'occhio sempre attento alle necessità, l'accortezza che la provincia, terreno d'azione che è Lecce, non sia tutto un livellare, smussare, ma che a tratti angoli e capoversi mal si prestano a livellamenti. Sono figli dell'imprevisto. Dello stupore. Ma scrive anche. Viene dal teatro. Dalle relazioni che la parola assume fra condizione eterea e corpo. L'incastrarsi delle sillabe nello scavarsi della carne, della pelle

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Dei primi quarant’anni di Francesco Scupoli, nato ad Otranto intorno all’anno 1530, finora non si hanno notizie: è certo che il 4 giugno 1569, “dopo numerose richieste”, entra come postulante nella Casa religiosa di San Paolo Maggiore in Napoli – sede del nuovo e rigoroso Ordine dei Chierici Regolari, detti Teatini, fondato nel 1524 da San Gaetano Thiene – dove inizia il noviziato sotto la guida spirituale del grande maestro e santo Teatino, Andrea

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
"Noi volevamo fare poesia [...] non serva, non colonizzata dai nuovi negrieri nordamericani". Così scrive Maurizio Nocera, da Tuglie, nato nel 1947, scrive dal 1969. Docente presso il Liceo Pedagogico di Lecce e presso l'Università del Salento, è stato ed è uno dei punti di riferimento della cultura salentina. Giornalista, saggista, operatore culturale, poeta, scrittore, esponente di quella che Antonio L. Verri definì "Splendida

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2008 - 2024 Salento in Linea