20 Luglio 2024

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Vittorio Bodini, nato a Bari il 6 gennaio del 1914. Vive e studia, almeno inizialmente, a Lecce. È generalmente considerato come uno dei maggiori poeti e traduttori italiani del Novecento. A lui si devono importanti traduzioni di Federico Garcia Lorca, Miguel de Cervantes, Francisco de Salinas, Quevedo…Spagnolo d’adozione, dalla letteratura e dalla cultura spagnola è rimasto folgorato, forse per quell’accostamento, quella vicinanza col suo Salento, terra amata ed odiata all’inverosimile che ha caratterizzato gran parte della sua opera poetica e letteraria. Autore che ha attraversato tutte le avanguardie artistiche del Novecento, a 18 anni, infatti,  fonda un gruppo futurista, nel 1937 si

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Salvatore Toma (Maglie 11-05-1951 - 17-03-1987), ha fatto parte dei poeti selvaggi, i poeti maledetti salentini con Antonio Leonardo Verri e Claudia Ruggeri. Nacque a Maglie, frequentò il liceo classico, ma non proseguì gli studi. In vita pubblicò sei raccolte di poesie fra il 1970 ed il 1983: Poesie, Ad esempio una vacanza, Poesie scelte, Un anno in sospeso, Ancora un anno e Forse ci siamo. Nel 1999 Maria Corti ha curato la pubblicazione per Einaudi della raccolta postuma

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nato il 22 febbraio del 1949 a Caprarica di Lecce, piccolo centro della provincia di Lecce, fu romanziere, poeta, pubblicista, editore, autore di drammi radiofonici, operatore culturale. La difficoltà nel reperire le sue opere ne ha fatto un autore di nicchia. Aderì al Movimento Genetico di Francesco Saverio Dodaro, è riconducibile, assieme a Salvatore Toma, alla schiera dei poeti maledetti salentini, i poeti selvaggi. La sua attività di editore precede quella di

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2008 - 2024 Salento in Linea