23 Settembre 2020

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Non ho voglia di lavorare oggi, affido tutto alle mie due commesse, brave e carine. Per me ci vuole un tuffo, mi devo rigenerare, Flavia, la mia ragazza, è tornata a Roma. Mi manca già. In sella alla mia moto, saluto Vespucci, lo porterò con me la prossima volta. Si parte, senza correre, ovvio. “Chi va piano, va sano e va lontano” dice un vecchio adagio, come dargli torto; per strada, nell’entroterra, posso contemplare gli ulivi secolari, interi boschi di ulivi, magnifiche sculture naturali. E poi muretti a secco, “pajari” piccoli e grandi, a pianta circolare o quadrata, alcuni su due livelli, e poi campi coltivati, prati fioriti in Primavera, alberi da frutto sparsi, i colori splendidi della campagna si fondono con i profumi della natura

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nuovo appuntamento con Salentoinlinea.it e Percorsi di Caterina Ferrara. Oggi per la video rubrica "Pillole dal Salento", vi presentiamo alcuni reperti archeologici presenti nelle sale del museo Nazionale MarTa (Museo Archeologico di Taranto).

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
Nell'elegante città di Maglie, tra le tante bellezze presenti, è d’obbligo ricordare e dare spazio alla Villa Comunale Tamborino. Situata al centro della città di fronte all’omonima Villa Tamborino, fu progettata per il senatore Achille Tamborino da Tommaso Pispico e ultimata nel 1874. La famiglia Tamborino la donò al comune di Maglie nel 1975 e nello stesso anno venne aperta al pubblico. La villa, chiusa nel 1996 per i lavori di restauro dovuti all’incuria, è stata riaperta al pubblico nel

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
“Si, viaggiare”, cantava Lucio Battisti, “Evitando le buche più dure/Senza per questo cadere nelle tue paure/ Gentilmente senza fumo con amore/Dolcemente viaggiare/Rallentando per poi accelerare/Con un ritmo fluente di vita nel cuore/Gentilmente senza strappi al motore”, con l'immaginazione, con un documentario in tv, con un film al cinema, o con un libro memorabile. Per conoscere il mondo, o semplicemente la propria terra d'origine. In lungo e in largo, cosa c'è di più bello nella vita. Questo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Sulle ali della tempesta/ vagai per giorni/ funestato dai presagi;/ In balia delle onde,/ il terrore negli occhi,/ scrutai il mare oscuro,/ periglioso, nero e impetuoso,/ il vento assordante/ ululava la mia fine.../ Naufrago mi ritrovai/ come Ulisse/ sull'isola detta dei Conigli,/ nel dolce crepuscolo,/ sfinito. Lo so… sono un pessimo poeta, ma che ci volete fare, è l'istinto che mi fa volare, sulle ali della poesia, "il naufragar m'è dolce in questo mare". Mi piace leggere, leggo tanto

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2020 Salento in Linea
I Cookies ci permettono di offrirti i nostri servizi nel miglior modo possibile. Continuando la navigazione sul nostro sito ci autorizzi all'utilizzo dei cookies.
Ok