17 Giugno 2024

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Avrò tempo per leggere le ultime notizie. Tempo per dimenticarmi del mondo scorticandomi col filo spinato delle parole degli altri. Avrò tempo, socchiuderò la finestra e berrò un caffè bruciante pensando alle centrali nucleari. Avrò tempo per sentire il corpo arretrare fino al margine dei desideri conclamati. Se busseranno alla porta resterò immobile, in attesa. Avrò tempo per un respiro strozzato che sappia la grazia di una risposta non data. Sentirò l’acqua vibrare nella gabbia di tubi che tiene chiusa la vita. Sentirò il sangue decidere per me e non alzerò un dito di ragione per oppormi all’esplosione. Avrò tempo per leggere tutte le riviste accatastate. Inizierò dall’ultima, quella più in alto di tutte. In copertina c’è la serigrafia di

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Lo scorrere delle parole si intreccia con le strade sotto i nostri piedi, appollaiate le nostre speranze fra le esistenze resistenze diverse, in quell'abitare spazi che - senza confine - hanno la ritmicità dello scorrere dei giorni e si aprono. Nuovi ogni volta. Ma che come echi di voci sembrano ripetersi, ogni volta come la prima. All'orizzonte del debutto.(f. a.)                             Lo stesso Copione   Un racconto di Stefano Zuccalà   E vado e vengo, col mio corpo spigoloso. E

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Un nuovo racconto per la rubrica "Poesia e Racconti" di www.salentoinlinea.it. Nei tre minuti di una ripresa. Tutto il suono di una vita.   L'altra storia. (di Muhammad)     i colori nella stanza si sfumavano assieme alle luci, ondeggiavano come un pugile sul quadrato in attesa del colpo. una moviola. silenziosa. si cuciva addosso l'impazienza. di uno stupore bambino. la testa continuava a girare. quella bottiglia aveva tutto. il cielo ed il sostare a terra del ko. che sembrava

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Dopo "La Mano" un altro racconto di Ennio Canallegri tocca le pagine virtuali della rubrica letteraria di www.salentoinlinea.it. Nella virtualità del pensiero che si manifesta reale nella scrittura, nelle coincidenze sonore delle parole, dove si incontrano nel nuovo millennio parole e suoni, sul tragitto di un verbo/suono si fondono immagini e suoni, la musica che genera e si genera dal testo. Fra Tom Waits, Karl Marx, Ennio Canallegri. Fra ieri oggi e domani. Tutto il tempo nel ritmo delle

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Due caffè_ grazie. In tazzine piene di rumori urbani. Mentre una foglia, là in alto, spezza. Allontana le nuvole dal terreno. Sordità. Ancora. Grazie. Quella foglia disegna. La rete verde e ci tiene in ostaggio. Lontano dagli altri. Teniamoci in salvo. Dal miraggio subdolo. Mentre un girotondo di parole, tutte per mano, riempiono il vuoto nella portata degli occhi. così da stringersi, piano, a sogni che. Ci sono sogni da non sognare più. Il tempo sfiora solitudini in polvere gialla di pagine

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2008 - 2024 Salento in Linea