17 Giugno 2024

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Banner-Libero-header

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Bartolomé Ferrando, dalla Spagna, è ad oggi uno dei maggiori poeti-performer-poeta verbo visivo al mondo. Per la rubrica "Poesie e Racconti" salentoinlinea.it vi propone traduzioni di alcune poesie di Bartolomé Ferrando.   Bartolomé Ferrando. poesie tratte da Texto Poetico 8, València, 1999 Traduzione di Francesco Aprile, 2010-05-30 -leggere questa poesia senza l'uso del tempo -poesia erotica: inserire un dito in un determinato giorno e succhiare il cielo subito dopo -rompere con un martello l'aria circostante poi uscire tranquillamente -in una notte molto scura parlare con chiarezza -esercizio di solitudine: contare solamente fino ad uno -l'essenza di questa poesia può esser letta e dovrebbe esser assimilata dall'intera umanità in una volta sola

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Per la rubrica "Poesia e Racconti brevi" proponiamo un racconto della tradizione popolare salentina, pubblicato sulle pagine di www.salentoinlinea.it il 23/7/2009 in occasione dei festeggiamenti di San Pantaleone a Martignano a cura dell'allora nostra collaboratrice Eleonora Durante. Ecco un racconto antico su San Pantaleone,  tramandatomi da mia nonna, ascoltato da lei bambina nei campi dove già in tenera età si lavorava duramente. All’epoca la “scuola” era diversa, non esistevano i comodi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Scivolare. Ecco che viene. La parola, il verso. Il senso dello scivolamento. Nei lessemi, fra le abrasioni della vita. Ricordi. Il vissuto, quotidiano. Incastonato fra piccoli specchi di parole. Scrive Goffredo Parise, parlando di Haiku, che 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La sensazione era quella, costante, di poter abbreviare il percorso, ma la strada non prometteva nulla di buono. Così, Yukìo, voltandosi verso di me, disse - Riusciresti a contare le distanze fra passi e passi? C'è tutto lo spazio di un respiro. Così dicendo riprese a guardare nel vuoto, oltre il finestrino, dove solo il suo sguardo poteva posarsi. Ricordo ancora quando, da piccoli, Yukìo inseguiva il suo aquilone nella speranza di poterlo raggiungere nel

libero
Banner promozionale - Bottom
© 2008 - 2024 Salento in Linea